L’ABRACADABRA DELL’AREA METROPOLITANA PESCARESE.

Premetto – non si sa mai! – che questo articolo parla di cose di dominio pubblicoreperibili su tutti i quotidiani on line e cartacei. Inoltre, sia ben chiaro, non faccio alcun tipo di valutazione, ma solo un elenco di circostanze. Senza nessun intento particolare, solo perché ho un po’ di tempo da perdere e il tempo io lo perdo facendo questi giochini. Non sostengo nulla, non faccio teoremi, ci mancherebbe! Ognuno poi, se vuole, potrà eventualmente fare due più due, se dispone di una calcolatrice. Oppure a mente.

anz

  • Anzuca è il nome di una piccola località a sud dell’Alento, nell’entroterra francavillese. Non esistono altri toponimi simili in Italia o altrove (fonte: google).
  • Se si digita Anzuca su google earth senza altre specifiche si finisce lì, senza alternative.
  • Via di Valle Anzuca risulta essere una piccola strada di pochi numeri civici nella stessa località (fonte: google earth).
  • Anzuca dà il nome ad un centro sportivo e alla relativa Associazione Sportiva Dilettantistica (fonte: web).
  • Anzuca è la località dove sorge anche lo stadio comunale di Francavilla (fonte: web).
  • Anzuca è il nome che si trova scritto in giro sulle autobotti che puliscono le fosse Imhoff ai bordi delle strade insieme alle auto di servizio dell’ACA (fonte: conoscenza diretta di ogni cittadino che giri con gli occhi aperti).
  • Anzuca si trova scritto sul grande rimorchio scarrabile posto in prossimità dell’ingresso del Depuratore di Pescara, ben visibile da una delle rampe dell’Asse Attrezzato, dove vengono caricati i rifiuti (grigliato, fanghi essiccati) prodotti dal depuratore (fonte: gli occhi aperti del medesimo cittadino di cui sopra).
  • Il termine Anzuca si trova riportato in questo poco rassicurante articolo [link], in questo [link]   ed in altri consimili.
  • Anzuca è il nome della località ove dovrebbe sorgere il cosiddetto terzo depuratore di Francavilla, depuratore progettato dall’ATO che si cerca di fare a tutti i costi dal 2006, nonostante il fatto che il sito ricada in zona SIR (ex SIN, Sito Interesse Nazionale) [link] , per un importo di 3.6000.000 euro [link] , diconsi tre milioni e seicentomila euro. Un terzo depuratore che sembra ridondante in una cittadina di 25.000 abitanti (fonte: wikipedia) ai quali se ne aggiungono 38.000 in periodo estivo (Fonte: rapporto CRESA sul turismo in Abruzzo ) quando Pescara, che con il suo hinterland (Spoltore, San Giovanni Teatino e zone industriali relative) ha il triplo degli abitanti, di depuratore ne ha uno solo, che funziona bene. E quando adeguare i due depuratori esistenti a Francavilla costerebbe certamente molto meno.

Insomma, Anzuca – come abracadabra – è evidentemente una parola che a Pescara apre tutte le porte. Tutto qua.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi